Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito.

AUTOSTIMA: COME IMPARARE AD AMARE SE' STESSI

 

Confrontati con le parti oscure di te stesse,
e di lavora per addomesticarle
con l’illuminazione e il perdono.
La tua disponibilità a lottare con i tuoi demoni
spingerà i tuoi angeli a cantare.
(August Wilson)

Che cosa è esattamente l'autostima? Sei una di quelle persone che ha paura di esprimere le proprie opinioni personali per paura di non risultare gradito agli alri ? Oppure sei una persona che in ambito professionale è spavaldo, ma evita le relazioni intime. Sei una persona che è a proprio agio con la famiglia ma rifiuta ogni progetto professsionale per paura del fallimento?
Come si può notare l'autostima può avere differenti sfaccettatura ed interessare anche solo un ambito della nostra vita.

A volte pregiudizi e preconcetti sull'autostima non ci aiutano. Molto spesso reazioni come ansia, angoscia e paura,di fronte a situazioni nuove, vengono interpretate in modo erroneo come mancanza di fiducia . In realltà, sono reazioni normali, anzi, direi adattative, che ci permettono di superare la difficoltà.
La fiducia in noi stessi non significa assenza di paure e facilità , ma neanche garanzia di successo.
L'ansia, la paura ed il dubbio, l'agitazione sono sensazioni utili e ci spingono a superare noi stessi, al contrario tentativi ostinati di cancellarle non ci permetteno di svilluppare l'autostima.

Proprio per eliminarle si attivano strategie disfunzionali, che non ci permettono di essere noi stessi e ci fanno sentire a disagio, dando origine a disturbi e psicopatologie ( isolamento, fughe, fobie, rituali ripetitivi e compulsioni, digiuni...)
Per acquisire sicurezza può essere utile imparare ad accettare in noi una "mancanza di fiducia " sana e utile che ci permette di tollerare una certa dose di paura e di insicurezza.
La maggiorparte dei disagio psicologici di coloro che si incontrano in terapia, in realtà sono tentativi disfunzionali di gestire l'ansia e le emozioni negative con conseguente ricaduta negativa sull'autostima e nel rapporto con gli altri.
La persona sicura di sè non ha bisogno di controllare spazio e tempo in modo ossessivo, nè di sedurre ad ogni costo, sapere tutto oppure avere sempre successo, poichè ha imparato a gestire l'agitazione, il dubbio, la paura e l'incertezza in modo utile.

La mancanza di autostima ha origini molto varie; alcune facilmente riconoscibili: sofferenze dell'infanzia, messaggi mortificanti di genitori ed insegnanti. Insulti e rifiuti ripetuti nel tempo da parte dei coetanei a scuola.
In altri casi le cause sono piuù difficili da identificare. Un lutto non superato, segreti celati dietro relazioni importanti e/o rabbia repressa.

Allora come si può rafforzare l'autostima ? La sicurezza di base è impossibile costruirsela da soli, abbiamo bisogno di interiorizzare relazioni positive cioè di sentirsi accettati, ascoltati e riconosciuti. Coloro che hanno bassa autostima per una serie di moltivi non sono riusciti ad avere l'occasione di sperimentare questo tipo di relazioni, perdendo così il coraggio di affrontare le sfide della vita .
La psicoterapia con la regolarità delle sedute, l'attenzione totale dello psicoterapeuta può consentire al paziente di sentirsi accolto e riconosciuto, permettendogli di trovare il suo posto nel mondo e di iniziare a ricostruire la sua sicurezza di base.

In parte tratto da "Fidati di te" di Izabelle Filliozat casa Edtrice
Piemmmebestsellers

StampaEmail